Con il nuovo aggiornamento iPhone, se guidi, niente notifiche

Niente notifiche del telefono mentre sei alla guida. È questa l’ultima funzione che Apple ha voluto introdurre nel nuovo aggiornamento per iPhone.

Emanuela Maisano
16/06/2017
Sicurezza
Nessun commento

Belle notizie che arrivano direttamente da Apple!
Anche l’azienda del melafonino ha finalmente deciso di rafforzare le misure di prevenzione volte a scongiurare l’utilizzo del telefono alla guida.
In autunno, in occasione del consono aggiornamento del sistema operativo iOS, iPhone “riconoscerà” se stai guidando e disattiverà automaticamente le notifiche, per evitarti distrazioni dalle conseguenze fatali.

Non Disturbare Mentre Guido

Do Not Disturb While Driving” (letteralmente: Non Disturbare Mentre Guido), questo il nome della nuova funzione.
Attivandola e collegando iPhone all’auto (attraverso Bluetooth o cavo), il sistema Apple bloccherà automaticamente la ricezione di notifiche quando avvertirà che stai guidando.
Oltre a questo, c’è anche la possibilità di impostare una risposta automatica da inviare ai contatti preferiti, per far sapere loro che sei al volante e che risponderai solo una volta fermo.

E se non ho iPhone?

L’azienda di Cupertino non è l’unica a fornire sistemi di utilizzo sicuro del telefono alla guida.
È già disponibile, da qualche tempo, “In-Traffic Reply”, un’applicazione che risponde in modo automatico (e al posto tuo) quando stai guidando e ricevi un messaggio o una telefonata.
Attraverso il Gps, l’app è in grado di capire se sei al volante e di inviare un messaggio facendo sapere al mittente, attraverso una risposta automatica standard o una risposta personalizzata con animazioni ed emoji, che sei impegnato alla guida.

Se non rispondi non muore nessuno…

Ben vengano le applicazioni e i sistemi che ci obbligano ad evitare distrazioni in auto, ma ricorda che guidare col telefono in mano, oltre ad esporti al rischio di una multa salatissima e a farti “guadagnare” un’usura precoce di freni e gomme, rimane la causa d’incidenti stradali più alta e pericolosa.
Per scattare un selfie si impiegano circa 14 secondi, per consultare un social network ce ne vogliono almeno 20. E in 20 secondi, se si è alla guida di un veicolo e si procede a 100 km orari, si percorre al buio una distanza pari a cinque campi da calcio. Capisci come quelli che sembrano brevi momenti di distrazione si possano trasformare in attimi fatali?
È arrivato il momento di dire che essere costantemente connessi non è sempre la cosa più giusta. Che è meglio non sentire i nostri cari per qualche ora, piuttosto che rischiare di non vederli più.
«Non casca il mondo se non rispondi: non muore nessuno, nel vero senso della parola. Insomma, diciamolo chiaro che quando guidi, devi guidare e basta»: è questo il messaggio, forte, che arriva dall’Anas e dalla Polizia di Stato.

Quando guidi, #guidaebasta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GLI ULTIMI ARTICOLI

LE ULTIME INTERVISTE

Non accontentarti del lavoro a regola d’arte. Pretendi sicurezza.

Due chiacchiere con Orazio, il titolare del Centro Servizi Di Pietro, per scoprire che un “lavoro a regola d’arte” non basta più. Scopriamo perché.

CONTINUA
Il motto di Ennio Bozzato: «Semplice, risolviamo!»

Intervista al titolare della Carrozzeria Bozzato di Teglio Veneto.

CONTINUA