Come controllare la pressione delle gomme. La guida per tutti.

Sembra così scontato, ma ti sorprenderà sapere che sono tantissimi gli automobilisti che non sanno come controllare la pressione delle gomme. Impariamolo insieme.

Emanuela Maisano
08/09/2017
Consigli
Nessun commento

In molte occasioni abbiamo appreso dell’importanza dei controlli costanti sulla nostra auto, soprattutto di quelli relativi agli pneumatici.
La condizione di buono stato e il funzionamento corretto delle gomme sono essenziali per la sicurezza del veicolo.
La pressione errata, per esempio, è uno dei maggiori responsabili di sinistri e guasti. Da controllare correttamente e con la dovuta costanza.
Ma sai come controllarla? E soprattutto sai verificare se la pressione delle tue gomme rientra nei parametri ideali? Scopriamolo insieme.

Cosa non fare

Prima di vedere i passaggi per una verifica corretta dello stato delle gomme, una breve premessa su cosa evitare.
Basta prendere a calci la tua auto!
È la tua fedele compagna di viaggi, ti porta dove desideri, ti garantisce il clima perfetto e ti fa ascoltare la tua musica preferita, perché bistrattarla così? 😊
Dare un colpo col piede per controllare gli pneumatici, oltre a non servire ad altro che macchiare le tue scarpe, può costituire anche uno svantaggio.
Se compiuto a lungo e con forza, può, col tempo, provocare lievi deformazioni della superficie, dannose per il corretto funzionamento della macchina.

Cosa fare

Una pratica che a molti sembra semplice, quasi scontata. Ma ti sorprenderà sapere che sono tantissimi gli automobilisti che non sanno come (e dove) controllarla.

La pressione giusta

Per conoscere, innanzitutto, la corretta pressione dei tuoi pneumatici, è necessario fare riferimento alle informazioni fornite dal costruttore, che di solito trovi:

  • all’interno dello sportellino del carburante
  • su un’etichetta della portiera del conducente
  • nel manuale del veicolo
  • (di rado, ma anche) nel vano motore

Troverai due indicatori: veicolo con carico normale o veicolo molto caricato.
Questo perché, a seconda del veicolo, dovrai rispettare diverse pressioni per le ruote anteriori o posteriori.
Se non trovi la distinzione tra carico normale e molto carico, ma solo due riferimenti numerici, sappi che il valore più alto rappresenta la pressione consigliata quando si viaggia a pieno carico, mentre il valore più basso è quello suggerito per un veicolo con carico normale.

Quando controllarla

Il check deve avvenire a ruote fredde, significa che non dovresti aver viaggiato per più di 3 o 4 Km nelle due ore prima di misurare la pressione.
(Se, però, avessi la necessità di controllarla nel bel mezzo di un viaggio, con pneumatici ancora caldi, per avere un valore il più realistico possibile, aggiungi 0,2 o 0,3 bar alla pressione rilevata).
È consigliabile effettuare il controllo una volta al mese e, ad ogni modo, sempre prima di un viaggio importante.

Dove e come controllarla

Puoi controllarla presso le apposite zone delle aree di servizio oppure dotandoti di un manometro (in commercio ce ne sono di tutti i prezzi e di tutte le funzionalità).
A questo punto, devi procedere a svitare la valvola dello pneumatico, quindi inserire la parte terminale del misuratore all’interno della valvola e leggere la pressione riportata.
Nel caso in cui risulti inferiore a quella stabilita dal costruttore, è necessario gonfiare lo pneumatico fino a raggiungere la pressione corretta.
Se, invece, la pressione è superiore a quella consigliata, è sufficiente sgonfiare lo pneumatico fino a portarlo al valore suggerito.
Una volta certo della corretta pressione di gonfiaggio, non ti resta che avvitare accuratamente la valvola e procedere con le altre gomme.
Per ogni altra informazione o consiglio di cui dovessi aver bisogno, non esitare a contattare il numero verde 800700335 o rivolgerti al Centro EuroCar Point più vicino.

Le novità

Le auto di ultima generazione sono dotate di un apposito sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici chiamato TPMS (in inglese: Tyre Pressure Monitoring System).
Con il TPMS, il controllo della pressione dell’aria non è più necessario perché le eventuali alterazioni di pressione vengono comunicate elettronicamente attraverso il sistema di bordo.
Si tratta di un sistema obbligatorio, per legge, per tutte le nuove auto, e la pressione dell’aria è misurata tramite un sensore presente in ciascuna ruota.
Un meccanismo certamente più dispendioso dal punto di vista economico, ma capace d’altro canto di offrire maggiore sicurezza alla guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GLI ULTIMI ARTICOLI

LE ULTIME INTERVISTE

Non accontentarti del lavoro a regola d’arte. Pretendi sicurezza.

Due chiacchiere con Orazio, il titolare del Centro Servizi Di Pietro, per scoprire che un “lavoro a regola d’arte” non basta più. Scopriamo perché.

CONTINUA
Il motto di Ennio Bozzato: «Semplice, risolviamo!»

Intervista al titolare della Carrozzeria Bozzato di Teglio Veneto.

CONTINUA