Pellicole oscuranti e pellicole di sicurezza. Perché applicarle?

Tutto quello che devi sapere sulle pellicole per i cristalli auto. Cosa sono, a cosa servono, dove si montano e quali vantaggi offrono.

Gaia Mutone
07/06/2017
Consigli
Nessun commento

Se il tuo carrozziere di fiducia ti propone l’installazione di pellicole oscuranti o di pellicole di sicurezza puoi stare tranquillo. Non sta cercando di farti spendere soldi inutilmente, anzi. Soprattutto se conosce bene te e la tua vettura, ti sta indirizzando verso un intervento di prevenzione intelligente che potenzialmente è in grado di farti risparmiare molto denaro e parecchie scocciature. Una spesa che potrebbe anche salvarti la vita.

Per quanto possano sembrare “fragili”, infatti, le pellicole in commercio per i cristalli sono dei dispositivi molto resistenti e ad elevato tasso di tecnologia. Se certificate e omologate, proteggono efficacemente dai danni causati dai raggi solari, schermano l’abitacolo e, in molteplici situazioni, aumentano la sicurezza di chi si trova al volante e dei passeggeri.

In questo post cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su ciò che potrebbero proporti. Ti spieghiamo quali sono i vantaggi, quali sono le differenze tra le due diverse tipologie di pellicole e cosa devi sapere prima di installarle.

Per tutto il resto, ricorda che puoi sempre telefonare al numero verde gratuito di EuroCar Point 800 700 335 o rivolgerti direttamente ad un professionista presso un centro affiliato alla nostra rete. Per trovare quello più vicino a casa tua basta cliccare qui (link).

Le pellicole oscuranti. Cosa sono e dove si possono applicare

Come suggerisce il nome, le pellicole oscuranti hanno la funzione di schermare parzialmente l’abitacolo dai raggi solari limitando l’intensità della luce e del calore che vi penetrano.

A seconda della tipologia di pellicola, le oscuranti possono ridurre la temperatura degli interni fino al 60%, limitare fino all’80% l’abbagliamento dovuto ai fari o all’irraggiamento solare (utile soprattutto nei mesi estivi) e, aspetto non secondario, sono in grado di respingere fino al 90% dei raggi UV, quelli più nocivi alla salute.

Con l’aiuto di un professionista, è possibile scegliere la gradazione e anche la tonalità di grigio. L’importante è che siano pellicole omologate in conformità alla normativa vigente e vengano distribuite attraverso una rete di installatori qualificati che garantiscano materiali di qualità e un’applicazione professionale.

Tieni presente, infatti, che pur non essendoci in Italia un regolamento specifico per questa materia, è comunque obbligatorio (ai fini del superamento della revisione) installare pellicole che riportino il marchio della casa produttrice delle pellicole stesse e che queste siano omologate rispetto al vetro sul quale sono state applicate.

Per ragioni facilmente intuibili, inoltre, è vietato applicarle sul parabrezza e sui cristalli anteriori. È possibile quindi intervenire solo sui laterali posteriori e sul lunotto posteriore «a condizione che il veicolo sia allestito con specchi retrovisori esterni su ambo i lati». (Circolare del Ministero dei Trasporti n. 1680/M360 dell’8 maggio 2002).

Riassumendo, le oscuranti sono l’ideale per te se vuoi:

  • Assicurare una maggiore privacy (ai passeggeri e rispetto a ciò che trasporti);
  • Abbattere le temperature, soprattutto durante i mesi estivi;
  • Proteggere sedili e altri parti dell’abitacolo da scolorimento e usura;
  • Ridurre il consumo di energia dovuto all’utilizzo di aria condizionata;
  • Salvaguardare la salute dei passeggeri (soprattutto bambini e anziani) proteggendo la pelle dai raggi UV.

Avvertenza post applicazione

Dopo l’applicazione, la vettura è immediatamente utilizzabile. È tuttavia fortemente consigliabile non abbassare i finestrini per un paio di giorni. Questa attenzione eviterà di compromettere la qualità del lavoro e, soprattutto, la comparsa di bolle d’aria tra il vetro e la pellicola.

Ricorda: non temere mai di fare domande. Se hai un dubbio, parla sempre con il tuo carrozziere. È suo dovere risponderti e fornirti tutte le spiegazioni di cui hai bisogno.

Le pellicole di sicurezza. I “salvavita” trasparenti

Meno conosciute e diffuse rispetto a quelle oscuranti, le pellicole di sicurezza risultano invece molto utili su due fronti: limitano il pericolo di ferimento in caso di urto con altri veicoli e fungono da efficace dispositivo antifurto.

Completamente trasparenti, non alterano in alcun modo la visibilità di chi guida e sono realizzate in modo da resistere alle sollecitazioni provenienti dall’esterno e dall’interno. Se sottoposte a urto, sono in grado di trattenere le schegge che si sprigionano al momento della rottura evitando che i pezzi di vetro si disperdano nell’abitacolo in maniera incontrollata ferendo conducenti e passeggeri. Al tempo stesso, offrendo maggiore resistenza all’impatto di altri oggetti, possono rallentare sensibilmente i tempi di un’eventuale effrazione.

Nota bene: la pellicola non rende un vetro infrangibile, ma renderà sicuramente la vita molto più difficile a eventuali ladri che, colti alla sprovvista, saranno obbligati a moltiplicare gli sforzi. È quindi una difesa estremamente efficace contro i furti del tipo “rompi, ruba e scappa”, azioni lampo in cui i malviventi affiancano la vettura (ad esempio quando si è nell’abitacolo fermi al semaforo), rompono il vetro con un colpo solo e sottraggono borse e altri oggetti di valore in pochissimi secondi (anche meno di cinque).

Le pellicole di questo tipo sono utili a contrastare anche i furti veloci (con pietre, punteruoli, caschi ecc) che avvengono nei parcheggi di supermercati o durante le soste brevi. Rallentando l’azione di sfondamento anche di quaranta secondi, le pellicole avranno l’effetto di scoraggiare i male intenzionati e dare più tempo all’allarme antifurto di attirare l’attenzione di eventuali passanti.

Quanto all’installazione, al contrario di quelle oscuranti, le pellicole di sicurezza possono essere applicate su tutti i vetri ad eccezione del parabrezza, che è già costruito in modo da infrangersi in maniera controllata.

Riassumendo, sono l’ideale se:

  • Cerchi una soluzione efficace che protegga te e i passeggeri dai rischi di rottura accidentale del vetro;
  • Vuoi una sicurezza in più contro furti e atti vandalici.

 

Tutto chiaro? Visti i vantaggi, vale davvero la pena rifletterci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GLI ULTIMI ARTICOLI

LE ULTIME INTERVISTE

Non accontentarti del lavoro a regola d’arte. Pretendi sicurezza.

Due chiacchiere con Orazio, il titolare del Centro Servizi Di Pietro, per scoprire che un “lavoro a regola d’arte” non basta più. Scopriamo perché.

CONTINUA
Il motto di Ennio Bozzato: «Semplice, risolviamo!»

Intervista al titolare della Carrozzeria Bozzato di Teglio Veneto.

CONTINUA